E’ riminese il primo colpo di mercato dell’ASD Gabicce Gradara, Michele Ferrani

Cartolina dall’ASD Gabicce Gradara dedicata al primo colpo di mercato messo a segno dalla società del Presidente Enrico Del Magna, si tratta del centrocampista Michele Ferrani classe ’92 proveniente dal Real Miramare. Il mediano riminese sbarca per la prima volta nel campionato marchigiano, dopo le esperienze calcistiche a Tenerife, nella Berretti di Rimini e San Marino in giovane età, per poi calcare palcoscenici più prestigiosi in serie D nel Real Rimini, S. Ermete e Torconca in Promozione.

Destro, rigorista all’occasione, pedina dalle buone doti tecniche e con la giusta dose di cattiveria agonistica, Ferrani va a rinforzare una ossatura in buona parte già riconfermata, specie in attacco, saldamente diretto dal tridente Muratori-Rossi-Cesaroni. “Arrivo al Gabicce Gradara con molto entusiasmo,- confessa Ferrani-  è la squadra che mi ha maggiormente corteggiato e ho avuto ottimi feedback. Non ho conoscenza del campionato di Promozione marchigiano, ma mi appresto a viverlo con il massimo impegno, tra i giocatori, ho già avuto modo di giocare assieme a Andrea Cesaroni ai tempi del Torconca, a poco a poco sono certo che mi ambienterò facilmente. Sono pronto a dare il mio apporto, una nuova avventura è sempre stimolante, specie con queste premesse”.

Conferme giungono anche da dietro le quinte, coloro che, assieme all’intera dirigenza, tesseranno le fila di questa stagione che vede i rossoblù affrontare, per la prima volta nella storia, il campionato di Promozione: ad occuparsi della Prima squadra il dirigente nonchè perno societario Gianluca Mariani, il direttore sportivo Giuseppe Buccolo, riconfermato anche il tecnico Paolo Cangini e Flavio Urbinati preparatore dei portieri. Non cambiano dunque i contorni, si sta lavorando sugli Under, che da regolamento saranno obbligatori, con buone probabilità si pescherà nel vivaio adriatico, specie per l’annata ’97, qualche piccolo ritocco necessario,  che non andrà a sconvolgere la silhouette della scorsa annata, in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Print Friendly, PDF & Email

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *