Mister Scardovi: ‘Gabicce Gradara in crescita, col Camerano l’obiettivo è la vittoria’

 

E’ un Gabicce Gradara fortemente motivato quello che nella terza giornata si appresta ad affrontare il Camerano (domenica alle 15,30 allo stadio Magi). Il franco successo sul campo della Passatempese ha ridato fiducia alla squadra di Scardovi, che da un lato sta mostrando significativi miglioramenti sotto il profilo della condizione, e dall’altro una evoluzione nel gioco e dal punto di tattico. Sulla sua strada il Gabicce Gradara si trova una nobile decaduta, il Camerano, retrocessa dall’Eccellenza e guidata dall’esperto Fontana. Fini qui la formazione anconetana ha ottenuto un solo punto: pareggio in casa (1-1) contro il Biagio Nazzaro nell’ultimo turno dopo due sconfitte, la prima in casa contro l’Osimo Stazione all’esordio (1-2) e poi sul campo del Villa San Martino (1-0). E’ ultima in classifica seppur in coabitazione con Olimpia Marzocca e Cantiano.

Mister Massimo Scardovi, che avversario si aspetta?

“Sono passate solo tre giornate, è presto per guardare la classifica e dare giudizi. Di sicuro troveremo un avversario arrabbiato, una squadra che ancora deve ingranare, ma che ha valori tecnici indubbi guardando il roster composto da giocatori di una certa esperienza. Sarà una partita molto difficile che dovremo intepretare al meglio cercando di tenere alto il ritmo di gioco, ma è chiaro che cercheremo di vincere come del resto facciamo sempre”.

Come sta la sua squadra?

“La prova di Passatempo mi ha soddisfatto, ho avuto buone risposte, abbiamo mostrato efficaci trame di gioco, ma adesso dobbiamo dare continuità alle prove e soprattutto ai risultati. Dobbiamo fare meglio in zona gol, essere più determinati e cattivi; a Passatempo avremmo potuto chiudere 3-0 il primo tempo e invece abbiamo tenuto aperta la gara. Un’altra cosa da tenere in considerazione è l’aspetto mentale: dobbiamo tenere il più possibile alta la concentrazione perché si ti distrai rischi di compromettere quanto di buono hai fatto fino a quel punto. Ci è successo subendo reti su situazioni provate in allenamento e questo non deve accadere. E infine dare intensità al gioco e capire i momenti in cui è il caso di affondare il colpo colpo”.

Al suo fianco come vice ha Ivan Pazzini.

“Ivan è un amico, ci conosciamo da vent’anni. Abbiano giocato insieme a Ravenna e prima a Santarcangelo. E’ una bella persona, un uomo di campo e di spogliatoio, per anni ha lavorato a livello giovanile e conosce il calcio. Sarà un collaboratore molto utile coi suoi preziosi consigli”.

Nel Gabicce Gradara mancherà ancora l’attaccante Fabbri per infortunio e il difensore Costa.

Print Friendly, PDF & Email

   Invia l'articolo in formato PDF