Arriva il Valfoglia (domenica ore 14,30): obiettivo la prima vittoria casalinga

 

Il Gabicce Gradara cerca la prima vittoria casalinga (tre pareggi fin qui): domenica ospita al Magi (ore 14,30) il Valfoglia, un osso duro. E’ vero che la squadra di Scardovi ha eliminato l’avversario  nei sedicesimi di Coppa Italia (doppio successo per 1-0 in trasferta e per 3-1 in casa), ma la formazione di Ciccio Carta si sta ben comportando in campionato: quinto posto con 12 punti di cui 7 ottenuti fuori casa (2 vittorie e un pari) , 8 gol segnati e 5 subiti.

“Affrontiamo una squadra di categoria e con giocatori di qualità e che già l’anno stagione scorsa si è messa in buona luce  – spiega il tecnico Scardovi – il nostro compito si presenta impegnativo, ma il Gabicce Gradara ha le risorse tecniche per fare bottino pieno e il successo in trasferta dell’ultimo turno ci ha ridato morale”.

Nell’ultimo turno la sua squadra ha vinto la seconda partita in trasferta sull’ospito campo della Filottranese. Che indicazioni ha ricevuto?

“Sono soddisfatto della prova della squadra. Ho visto la giusta mentalità. Nel primo tempo abbiano segnato e avremmo potuto raddoppiare, nella ripresa abbiamo lottato a denti stretti fino alla fine dimostrando attenzione, rimanendo concentrati, creando anche ripartenze pericolose. Gli errori compiuti in precedenti partite che ci sono costati punti preziosi ci sono serviti da lezione. Per la prima volta non abbiamo subito gol e questo è un segnale importante. Ora dobbiamo dare continuità”.

Ha segnato Donati, il nuovo acquisto, dopo la rete di Coppa Italia su rigore contro l’Urbino.

“Ha avuto un buon impatto con la sua nuova realtà. E’ un uomo d’area, ha caratteristiche tecniche  diverse rispetto agli altri giocatori del reparto offensivo con cui si integra bene. Come tutti gli altri è una risorsa importante”.

Recupererà qualcuno degli infortunati?

“Non ancora  il giovane Innocentini, Fabbri adesso è a pieno regime dopo lo scampolo della scorsa giornata. Quanto a Vaierani  vedrò nell’immediata vigilia: è un ex, un giocatore  esperto, per noi importante in quanto a centrocampo garantisce preziosi equilibri”.

GLI AVVERSARI Non fanno più parte della rosa della scorsa stagione: Lorenzo Sacchi, capocannoniere dell’’ultimo campionato con 21 reti, approdato all’Urbania; il portiere Lorenzo Cappuccini tornato all’Atletico Gallo Colbordolo, il centrocampista Andrea Nesi passato all’Osteria Nuova, la mezz’ala Giunchetti (Fya Riccione) ed il difensore Beninati.

Sono arrivati la punta centrale Davide Bernabucci, classe ’85 dal Torre San Marco ed ex Cattolica; l’esterno d’attacco Andrea Sabbatini (‘’95) dalla Vigor Senigallia e il fantasista Federico Rossetti (‘’95) dall’’Avis Arcevia. A centrocampo ecco Christian Gori (‘’92) dal Sant’Orso e Edoardo Paoli (’97) dall’Atletico Gallo Colbordolo. Ritorna Alessandro Romagna (’94) dopo lo stop per infortunio dell’anno scorso. Sul fronte under, dal Fano il difensore Francesco Aiudi e i centrocampista Alex Manna, entrambi classe 2002 e il portiere (2000) Jacopo Sanchioni dal Fossombrone.

Nella foto: una fase di gioco della partita di ritorno di Coppa Italia

Print Friendly, PDF & Email

   Invia l'articolo in formato PDF