Difficile trasferta sul campo dei Portuali, seconda della classe. Torna disponibile Vaierani

Prima i Portuali Ancona in trasferta, poi l’Osimana allo stadio Magi prima della sosta natalizia. Due partite di fuoco per il Gabicce Gradara contro seconda della classe – da cui è divisa da appena tre punti (23 contro 20) – e la leader della classifica (28), una sorta di esame di maturità. Per la cronaca, i Portuali sono l’unica squadra affrontata nella stagione scorsa sospesa alla seconda giornata per via del covid: allo stadio Magi finì 1-0 con rete di bomber Cinotti.

Mister Massimo Scardovi, come arriva il gabicce Gradara squadra all’appuntamento contro i Portuali di sabato?

“Sotto il punto di vista fisico stiamo molto bene, nella seconda parte delle partite corriamo sempre a buon ritmo e la cosa è molto positiva. Siamo il migliore attacco del girone nonostante abbiamo fallito numerose occasioni nelle partite precedenti, Cinotti e Vegliò – sei reti a testa sono reduci da una doppietta e sono in fiducia: stiamo migliorando sotto il profilo della determinazione e della convinzione sotto porta. In fase difensiva, invece, dobbiamo fare meglio: non è una questione di reparto o di singoli giocatori, ma di squadra. Tutti, a cominciare dagli attaccanti, devono portare il loro mattoncino in modo tale da concedere poco o nulla all’avversario. Rivedendo le partite, gran parte dei gol sono nati da nostri regali e anche contro il Cantiano non siamo stati irreprensibili in occasione della loro marcatura”.

I Portuali è l’unica formazione ancora imbattuta e in casa: ha collezionato 16 dei suoi 23 punti.

“E’ una formazione solida, che sul suo campo si esprime molto bene, con giocatori di qualità e di categoria. Ci aspetta una battaglia ma abbiamo dimostrato più volte di non tirarci indietro quando c’è da lottare tanto che in trasferta abbiamo perso solo una volta pur giocando su campi ostici, in condizioni ambientali difficili, e al cospetto di avversari di alta classifica. La cosa importante – e i miei giocatori lo sanno – è entrare subito in partita, avere la mentalità e la determinazione che match come questi richiedono per poi mettere sul campo le nostre qualitàtecniche che certo non ci fanno difetto. Non dobbiamo avere timore reverenziale, ma la consapevolezza nella nostra forza e qualità”.

Nell’ultima partita ha schierato la squadra con il modulo 3-5-2. Sarà così anche questa volta?

“Non è tanto il modulo tattico quello che conta anche perché cambia poco nell’economia del nostro gioco. La cosa importante è l’aspetto mentale: contro le squadre di un certo spessore in trasferta abbiamo sempre fatto bene. Anche stavolta vogliamo raccogliere un risultato positivo, meglio se una vittoria ovviamente”.

Ritorna disponibile Vaierani, che ha scontato la doppia squalifica, ancora indisponibile Serafini. Da verificare le condizioni di Sabattini e dell’acciaccato Grandicelli.

Print Friendly, PDF & Email

   Invia l'articolo in formato PDF