Conferma per l’attaccante esterno Tommaso Costantini: ‘Pronto per una nuova sfida’

Il Gabicce Gradara aggiunge un altro petalo alla sua rosa. Si tratta dell’esterno d’attacco Tommaso Costantini, classe 1996, alla seconda stagione con il club allenato da mister Nicola Capobianco.

Costantini, perchè ha scelto di restare al Gabicce Gradara?
“Ho avuto altre offerte, ma i motivi per cui ho scelto il Gabicce Gradara la scorsa estate non sono cambiati: al di là delle difficoltà di una stagione molto travagliata, mi sono trovato bene. La società è seria, le strutture ottime e c’è una grande volontà di riscatto da parte di tutti; gli arrivi di Dominici e Andreani che conosco bene e che portano qualità ed esperienza dimostrano la volontà di allestire una squadra competitiva. Sono pronto ad affrontare una nuova sfida”.

Come giudica il suo campionato?
“Ho realizzato 11 gol, alcuni decisivi, e servito nove assist tra cui quello a Torsani del 2-0 nella finale playout contro l’Osimo Stazione dopo aver segnato io stesso la rete del vantaggio con una conclusione al volo di controbalzo. Considerato il contesto, penso di aver disputato una ottima stagione. In una situazione diversa, per così dire normale, il mio bottino sarebbe potuto essere più robusto”.

Cosa non ha funzionato per il verso giusto?
“La partenza è stata difficile, lungo il cammino una serie impressionante di infortuni che si sono protratti per tutta la stagione hanno complicato il cammino che è diventato sempre più impervio. Si sono minate le certezze derivanti dal campionato esaltante della stagione precedente. In panchina si sono succeduti tre allenatori con tutto quello che i cambi di panchina comportano anche sotto il profilo tattico. Si sono manifestate le nostre fragilità come si è visto in molte partite perse o pareggiate nel finale e l’insicurezza a volte è stata più forte della consapevolezza nelle nostre qualità tecniche. Certo, una lezione di cui dovremo fare tesoro. Nel bene come due stagioni fa e nel male come nell’ultima, si resetta tutto”.

Come vede il prossimo campionato?
“La campagna acquisti è in corso, il volto delle squadre ancora da definire, ma ad occhio dico che il campionato sarà come sempre molto tosto se non di più anche per l’ambizione delle squadre retrocesse o di quelle promosse. Dobbiamo essere positivi, certo, ma tenere un profilo basso perché di squadre forti e organizzate ce ne saranno tante e i risultati vanno conquistati sul campo”.

Nel tridente Costantini preferisce la corsia destra o mancina?
“Non cambia molto, diciamo che sulla corsia sinistra, essendo io mancino, riesco ad essere più incisivo sotto porta”.

Nella foto centrale: Tommaso Costantini (primo a destra) esultante dopo il gol all’Osimo Stazione nella finale playout

Print Friendly, PDF & Email

   Invia l'articolo in formato PDF